ATTIVITA' PER IL GIORNALINO DELLA CONTINUITA'  A.S. 2007- 2008

LA FESTA DEGLI ALBERI

CLASSE QUINTA PRIMARIA  -  Insegnante : Emma Nardoni -  Continuità -  Anna Savini  - Giuseppina Del Grande

Perché la festa degli alberi?

......una legge  prevede che venga piantato un albero per ogni bambino che nasce....

L ’albero è una cosa vitale ,per la nostra sopravvivenza! Nei TG spesso si hanno notizie di frane dovute al disboscamento selvaggio ,con gravi conseguenze per la vita dell’uomo. L’albero è un essere vivente che ci dà ossigeno ,che è la cosa più importante per vivere. Il buco dell’ ozono  permette ai raggi ultravioletti  di penetrare sulla terra ,è per questo che i Poli si stanno sciogliendo e i piccoli arcipelaghi rischiano di essere sommersi dall’ innalzamento del livello del mare. Anche la foresta amazzonica ,”il polmone della terra “,rischia di essere distrutta dal disboscamento dei popoli stranieri .Per salvare il nostro pianeta molti paesi stanno iniziando a fare la raccolta differenziata per inquinare meno. In Italia c’è una legge che prevede venga piantato un albero per ogni bambino che nasce, e gli venga dato il suo nome!  Bello vero?

Festeggiamo quindi questo amico verde che generosamente ci dona tante cose.

Stefano Folgori          Luca Baiocco
 

 

La nostra festa

Il 21 novembre si è festeggiato nel cortile della nostra scuola,”La festa degli alberi”. Erano ben due anni che non si festeggiava! Finalmente il Comune , in collaborazione con il centro anziani, ha organizzato una bella manifestazione.Così ci siamo riuniti nel giardino della scuola ,c’eravamo proprio tutti: la Materna ,la Primaria e la Secondaria!!Sono intervenute anche le autorità, infatti oltre ai Carabinieri, c’era il vice sindaco ,signora Laura Brancazi. Gli operai del Comune avevano preparato il prato e scavato due buche profonde 50 cm. Gli alberi che abbiamo piantato erano due ciliegi. Erano alti più di un metro. Avevano poche foglie e le targhette del vivaio di provenienza. Con ampie palate di terra,proprio noi della quinta ne abbiamo messo a dimora uno. Abbiamo capito che gli alberi saranno sempre più indispensabili, sia per la nostra salute che per la sopravvivenza del nostro pianeta. Inoltre siamo stati invitati a rispettare il bosco di querce che si trova in grave stato di degrado. Noi bambini abbiamo recitato testi poetici e racconti sugli alberi . Speriamo che i nostri ciliegi crescano e fioriscano. Così tra qualche anno potremo assaggiare saporite ciliegie.

Lavoro Collettivo classe 5°